Programma collaterale
Il Concorso in rassegna
News
Informazioni generali
Link utili
Galleria fotografica
Come arrivare
Dove alloggiare
Contattaci
Scarica il file PDF con i risultati delle gare riguardanti l'edizione 2007.
Scarica il file PDF con i risultati delle gare riguardanti l'edizione 2006.
Scarica il file PDF con i risultati delle gare riguardanti l'edizione 2005.

La proposta della Federazione Italiana Sport Equestri e del centro Ippico “La Selva” di Sant’Agnello, per la realizzazione della seconda edizione del Concorso Ippico Internazionale “ Piazza del Plebiscito”, da’ ascolto ai molteplici inviti pervenuti dalle Autorità preposte e dai rappresentanti degli Enti Promotori tendenti a fare di tale evento un appuntamento stabile nell’ambito del piu’ vasto programma previsto per l’ormai consolidata kermesse del “Maggio dei Monumenti”.

I luoghi d’appuntamento restano quelli della edizione 2005: la Piazza simbolo della Citta’ ed il Palazzo Reale con le aree circostanti. Il periodo prescelto, già inserito nel Calendario Internazionale, va dal venerdì 12 alla domenica 14 maggio 2006”.

Il successo di pubblico, la qualità delle partecipazioni raccolte nella prima edizione, la costante presenza dell’evento sulla stampa nazionale e su quella specializzata, l’anticipata programmazione della edizione 2006, consentono di poter migliorare ed ampliare la platea degli Sponsor da coinvolgere nell’Organizzazione e di ben sperare per un consistente sostegno economico proveniente dalla parte privata.

Le grandi manifestazioni ippiche nazionali di salto ad ostacoli vedono come protagoniste grandi città del Centro e del Nord Italia (Milano, Verona, Firenze, Roma), e realtà particolari, come San Patrignano ed il Pavarotti International, che anche se svolte in centri minori, rappresentano pur sempre eventi di grande prestigio e richiamo internazionale.

Nessuna manifestazione di tale livello vedeva, in precedenza, come protagonista una città del Sud Italia. Il successo tecnico e di pubblico registrato nella prima edizione, la vasta partecipazione di cavalieri provenienti da ben 15 nazioni sono la prova migliore della bontà di una scelta sicuramente ardita.

Aver fatto riecheggiare nei cortili di Palazzo Reale il rumore degli zoccoli dei cavalli, rivivere come per magia le antiche storie di cavalli e cavalieri, veder riapparire dalla porta del Palazzo uno,… cento cavalieri, che fanno il loro ingres so sulla Piazza gremita da una folla entusiasta, ha suscitato grande emozione e generato l’energia necessaria per riaffrontare questa grande sfida.

E poi la leggiadria degli addobbi floreali, curati dalla Regione Campania – Assessorato all’Agricoltura con le sue articolazioni specifiche - , sulle balconate di Palazzo Reale, Palazzo della Prefettura e Palazzo Salerno, nonché le fioriture lungo tutto il perimetro della fontana di Piazza Trieste e Trento, ha attribuito toni di vivacità e di eleganza agli austeri fabbricati storici, conferendo al complesso monumentale di Piazza del Plebiscito luce, colore, gradevolezza e nuova vivibilità agli spazi deputati di un grande centro storico. Siffatta location è stata particolarmente apprezzata dai turisti accorsi in grande numero e dai cavalieri partecipanti al concorso, che hanno dichiarato alla stampa ed alle autorità che non si erano mai trovati in un ambiente così pieno di fascino e di malia

La manifestazione, oltre a costituire un’eccezionale evento sportivo, rappresenta un motivo in più per il grande rilancio dell’immagine della Città di Napoli nell’ambito turistico nazionale ed internazionale. La caratteristica peculiare dell’equitazione è quella di associare all’evento sportivo, l’appuntamento di grande mondanità in grado di richiamare l’attenzione e la partecipazione di appassionati, e non, a questo sport. Nelle tre giornate di gara è prevista la presenza di circa centomila tra spettatori e visitatori, oltre a quella di Autorità del mondo sportivo, politico economico e sociale

Provenienza aggiuntiva di turisti interessati alla manifestazione è quella dei croceristi, in quanto l’integrazione tra il molo Beverello e Piazza Municipio, significa, nella concezione urbanistica che il Comune di Napoli ha realizzato, l’unicum dell’area più nobile della città, tra cui Castel Nuovo, gli Scavi Archeologici del Metrò, i siti aragonesi riportati a nuovo splendore e, perché no, Piazza del Plebiscito. Sarà facile e naturale quindi che le navi da crociera, presenti nel porto nei tre giorni dell’evento, diventeranno ulteriore presidio del concorso, consentendo ai propri ospiti di partecipare in maniera massiccia alle gare